Cosa sono i terpeni?

Copertina: I Terpeni Hero

Tra i molti composti chimici presenti nella pianta di canapa, più di 120 appartengono a un gruppo di idrocarburi organici chiamato “terpeni”. I terpeni sono molecole volatili facilmente evaporabili (si degradano a temperature relativamente basse) che sono responsabili dell’intensità aromatica e gustativa che offrono molte piante, si trovano nella canapa ma anche in molte altre specie del regno vegetale.

Definizione generale

I terpeni sono composti organici sintetizzati principalmente nei tricomi dei fiori e si accumulano soprattutto nella resina dove hanno un ruolo determinante nella protezione da possibili minacce quali batteri, funghi, insetti o qualunque altro fattore di stress ambientale.

Possono anche attirare gli insetti benefici di cui hanno bisogno per l’impollinazione. La loro produzione è legata alla sintesi dei cannabinoidi perché condividono dei precursori comuni, questo spiega come i livelli di cannabinoidi e di terpeni di una pianta generalmente crescono di pari passo.

I terpeni vengono classificati in diversi gruppi secondo la loro struttura chimica:

  • Monoterpeni: sono costituiti da 2 unità di isoprene, cioè da due blocchi da cinque unità di carbonio. I principali monoterpeni presenti nella cannabis sono il limonene, il mircene, il pinene, il terpinolene e il linalolo.
  • Sesquiterpeni: sono costituiti da 15 atomi di carbonio. I principali sesquiterpeni presenti nella cannapa sono l’humulene, il beta caryophyllene, e il trans nerolidol.
  • Triterpeni: si trovano principalmente nelle radici, le fibre e i semi della cannabis in concentrazioni bassissimi. Perciò non hanno un’influenza molto importante sul profumo del fiore o della pianta in generale.

La nozione di profilo terpenico si riferisce al cocktail di terpeni specifico di una varietà di canapa.

La quantità totale dei terpeni e quindi il profilo terpenico di ogni pianta cambiano a seconda della genetica e delle condizioni di coltivazione. Però l’odore delle piante di una stessa varietà tende a essere molto simile e serve a indentificarne il ceppo.

Questo è dovuto al fatto che la combinazione di terpeni negli individui di una stessa genetica è molto somigliante se il processo di breeding e stato fatto bene, ecco perché e possibile distinguere, per esempio, una Dinamed Kush da una Critical Kush o una Sour Orange tramite l’olfatto.

Entourage Effect

A differenza dei cannabinoidi (particolarmente il THC e il CBD), i terpeni della canapa non sono stati molto studiati fin’ora. Alcune ricerche, però, indicano che contribuiscono al così detto “effetto entourage”, cioè al potenziamento dell’effetto terapeutico di altri composti presenti nella canapa, come i cannabinoidi.

Così, il neuroscienziato Ethan Russo ha dimostrato che i terpeni sono in grado di contrastare gli effetti indesiderati del THC, aumentando di conseguenza la sua efficacia terapeutica. Secondo Russo, questa sinergia tra i cannabinoidi ed  il contenuto di terpeni incrementerebbe il potenziale della cannabis per curare diverse malattie.

La scoperta di questa relazione sinergica tra cannabinoidi e terpeni ha posto le basi per un futuro di estratti accuratamente personalizzati progettati per specifiche condizioni ed esperienze.

Aromaterapia

Gli effetti di ogni varietà di cannabis variano secondo la sua composizione in terpeni. Questo spiega perché due piante con lo stesso livello di THC o di CBD, ma con un profilo terpenico diverso avranno degli effetti diversi sul consumatore.

L’aromaterapia è una forma di medicina basata sugli effetti farmacologici dei terpeni che costituiscono gli olii essenziali.

Ad esempio, il mircene ha un effetto sedativo, calmante e rilassante che si usa per aumentare gli effetti psicoattivi del THC, questo spiega perché molte varietà Indica sono famose per questi effetti.

Al contrario, il limonene è conosciuto per contribuire ad aumentare la concentrazione mentale e l’attenzione, oltre a favorire il benessere generale. Alcuni prodotti sul mercato oggi utilizzano limonene per curare la depressione e l’ansia.

Il beta caryophyllene è noto per essere un forte antinfiammatorio e analgesico locale questo spiega perché i chiodi di garofano che contengono buone quantità di questo terpene vengono usati come rimedio naturale per il mal di denti.

In conclusione, i terpeni, che fino ad ora non erano tanto studiati perché il mercato si concentrava soprattutto sui cannabinoidi, sono oggi una classe di molecole di primo interesse tanto per il sapore della canapa quanto per le loro proprietà medicinali.

📖 In questo articolo

Iscriviti alla newsletter

Ottieni subito un codice sconto del 10% per il tuo prossimo acquisto.

🤳 Ti è piaciuto l’articolo? Condividilo!

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
Telegram

Iscriviti alla newsletter.

Ottieni subito un codice sconto del 10% per il tuo prossimo acquisto.